Chiesa di S. Giorgio

Chiesa di S. Giorgio

Della chiesa di San Giorgio, sita fuori della porta di Sommoborgo, con annesse strutture monastiche, area cimiteriale ed una torre campanaria, rimane oggi poco più della parte absidale, in stile romanico, databile al secolo XII, ridotta a piccola cappella già nell’Ottocento, dopo la demolizione del corpo a tre navate, spartite da colonne con capitelli. Viene citata per la prima volta nel 1078 in una bolla pontificia di papa Gregorio VII che la subordina al monastero di San Benedetto di Leno. Rimase poi alle sue dipendenze sino alla fine del XVI secolo fino a ridursi ad una piccola cappella di cui riconosciamo l’abside.

«La superficie absidale, traforata da monofore, è realizzata in conci squadrati e spianati di pietra arenaria, disposti in filari non sempre regolari, con una partitura mossa ed elegante e variazioni della sintassi decorativa. È ritmata da quattro esili semicolonne, che terminano in capitelli a due ordini di foglie d’acqua e “caulicoli” (steli) con soprastante abaco mistilineo per l’appoggio degli archetti ciechi. Esse sorreggono archetti pensili monolitici poggianti su mensoline decorate con quadrupedi o protomi di animali e uomini, molto deteriorate. Rilievi scultorei di diverso aggetto anche in alcuni dei sottarchi, anch’essi monolitici, fra i quali è ricorrente il tema della margherita a otto petali inscritta in un cerchio e quello della palma, che trovano uno stretto confronto stilistico con i rilievi absidali della pieve di Sant’Andrea di Montedivalli. Nella Lunigiana interna l’intervento scultoreo è per lo più inteso come rivestimento e arricchimento di sostegno, capitelli figurati, come negli esempi delle chiese di Codiponte, Vendaso, Pognana, Aulla, o i più scarni e schematici elementi, sintetici come citazioni, delle archeggiature esterne delle absidi. Scultura, dunque, circoscritta al simbolismo dei sostegni della Casa di Dio, in campi misurati o ristretti, ma che legano anche alla spazialità il loro linguaggio stilistico.» (E. M. Vecchi)

indietro