Palazzo Cortesini

Palazzo Cortesini

Palazzo Cortesini presenta una piccola ma armoniosa facciata e figura tra le dimore pontremolesi rinnovate durante la prima metà del ‘700.

Il salone di rappresentanza costituisce un vero e proprio capolavoro di Antonio Contestabili che ne affresca le pareti e la grande volta. Suggestive e particolarmente raffinate sono le quadrature, architetture dipinte che generano spazi tridimensionali; colonne tortili abbellite di fiori scandiscono le pareti e due cornici dipinte inquadrano due straordinari paesaggi con rovine e figure. Nelle fotografie degli anni Trenta del secolo scorso il salone appare ancora arredato con bassi divani addossati alle pareti, che ne testimoniano l’originaria destinazione a sala da ballo.

L’alcova dell’appartamento del piano nobile è decorata dallo stesso Contestabili che dipinge la testata sulla parete impreziosendola con componimenti floreali e con il monogramma intrecciato della Vergine; particolari anche le due porte laterali dalle quali si accede al boudoir. 

indietro