Palazzo Malaspina (Via Cavour)

Palazzo Malaspina (Via Cavour)

[vc_row][vc_column][vc_empty_space][vc_column_text]

[/vc_column_text][vc_column_text css=”.vc_custom_1606984333827{margin-top: 0px !important;border-top-width: 0px !important;padding-top: 0px !important;}”]
fotografie: arch. Elia Santini
[/vc_column_text][vc_column_text]

Il grande palazzo Malaspina, sito nell’antica vicinia di San Colombano, apparteneva ai Marchesi Malaspina di Mulazzo, come testimoniato dallo stemma della famiglia inciso sul capitello di una colonna risalente ad un precedente impianto dell’edificio. La dimora fu rimaneggiata tra Cinquecento e Seicento quando fu acquistata da Giov. Mario Curini e nell’Ottocento quando venne restaurata dalla famiglia Giumelli. 

La facciata è un armonioso prospetto del barocco maturo: le finestre presentano un timpano interrotto con fastigio a forma di anfora mentre il cornicione è decorato con ovuli, dentelli e metope. Il portale si presenta imponente ed è costituito da una doppia cornice sormontata da un mascherone.

L’appartamento sito al piano nobile è decorato con pregevoli affreschi risalenti al tardo Settecento con particolari di gran pregio, originali dell’epoca. 

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

indietro