Palazzo Maracchi

Palazzo Maracchi

Palazzo Maracchi si presenta con il suo splendido portale con volute “in prospettiva” che invita a percorrere la profondità degli spazi oltre la facciata; tramite l’androne è possibile accedere all’elegante cortile porticato e alla scala che serve i due livelli della dimora. Il piano nobile è costituito da preziosi ambienti voltati che compongono una vera e propria antologia della pittura barocca pontremolese. Negli affreschi realizzati dall’abile mano dei Natali e di Antonio Contestabili si ritrova il tema della quadratura facilmente ritrovabile nelle altre chiese e dimore del borgo. Di straordinaria fattura sono i medaglioni delle volte e i riquadri dipinti sopra ogni porta che rappresentano paesaggi marini, spazi fantastici abilmente affrescati.

«Esiste in questa casa, inserita in un complesso decorativo di Antonio Contestabili, una piccola alcova la cui decorazione, per caratteristiche stilistiche, deve essere attribuita a Francesco Natali che probabilmente la eseguì in questi anni. La quadratura, che abbraccia un medaglione con figure di angeli si mantiene nell’ambito iconografico delle opere già citate e attraverso una serie di volute ed aggetti ha la funzione di alleggerire il soffitto molto basso e alquanto limitato per estensione. Dobbiamo dire che l’intenzione si realizza pienamente grazie soprattutto alla semplicità delle linee e alla levigatezza e delicatezza dei colori.» (tratto da “Due Secoli di Pittura Barocca a Pontremoli” di R. Bossaglia, V. Bianchi, L. Bertocchi)

indietro