Ponte Nuovo

Ponte Nuovo

Nel 1841, a seguito degli ingenti danni provocati al ponte di Nostra Donna dalla violenta fiumana del 1839, il Granduca di Toscana Leopoldo II stanzia una cospicua somma di denaro per far fronte ai lavori straordinari. Pertanto, nel 1842 si riunisce una commissione per decretare la ricostruzione del ponte nel medesimo luogo o una nuova costruzione più a nord: viene deliberata sia la ricostruzione del ponte danneggiato che la costruzione di una nuova strada e quindi di un nuovo ponte nei pressi della Piazzetta di S. Colombano.

Nel 1843 viene redatto il progetto del ponte ad opera del consigliere ing. Luigi Campani; per carenza di materiale lapideo e per i maggiori costi, l’arcata del ponte è formata da una struttura in mattoni, nonostante il Campani la preferisse in pietra tagliata a conci, staticamente più idonea. Per la costruzione del ponte fu necessaria una grande armatura lignea progettata dallo stesso Campani.

Nel novembre del 1847 nasce così il “ponte Nuovo”, poi denominato “dei Quattro Santi” per le statue di S. Geminiano, S. Zita, S. Francesco d’Assisi e S. Francesco Fogolla poste ai vertici dello stesso.

indietro